Scuola Secondaria di I° e II° grado

NOTE IN GIALLO

noteingiallo

MUSICOLETTURE DEL BRIVIDO

Con le NOTE IN…GIALLO dei laboratori “Parole di Musica” di Gabriella Perugini i thriller di Ferdinando Albertazzi coinvolgono i ragazzi in una rielaborazione partecipativa  che prende le mosse dalla composizione della colonna sonora, nell’ipotizzato passaggio della storia in pagina a quella in pellicola.

I lettori sono invogliati a ripercorrere l’indagine “in combutta” con il commissario, ad assumere l’identità  dei personaggi per caratterizzarli a tutto tondo e a rielaborare sequenze ed effetti (senza peraltro indugiare in facili quanto ruvidi compiacimenti macabri) attraverso un puzzle di “inviti musicali”: dal riconoscimento di suoni e rumori alla scelta del brano che “veste” adeguatamente una certa scena, dall’individuazione del “timbro musicale” dei protagonisti alla raplettura di dialoghi “innescanti”.

Scopo del laboratorio è delineare la possibile colonna sonora del giallo, proponendone una versione cinematografica dove l’accompagnamento musicale ha, appunto, un’importanza decisiva. Non mancano perciò i riferimenti alla musica da film e in particolare alle colonne sonore di thriller classici, analizzati anche per quanto concerne la scelta degli strumenti, i ritmi, le dinamiche, ecc .

Viene proposto un ventaglio di musiche ed effetti che evidenziano e rafforzano alcuni passi: si tratta quindi di scegliere quelli che rendono più suggestivo il racconto, secondo il principio della similitudine o dell’asincronismo. Così i ragazzi sono implicitamente invogliati a leggere i film e ad ascoltare i libri  con un’attenzione mirata agli interventi sonori.

Qualche dialogo è inoltre proposto in una veste musicale coinvolgente utilizzando, per esempio, il rap, un genere particolarmente gettonato dai giovani.

Il laboratorio  offre ampio spazio alla sperimentazione personalizzata per sviluppare al meglio le capacità creative di ciascun alunno rendendolo, oltre che partecipe, davvero protagonista e ha, infine, una struttura “interdisciplinare”: realizzato con una metodologia che privilegia il coinvolgimento diretto degli alunni, permette inoltre agli insegnanti di dilatare gli argomenti e le tematiche in ulteriori esperienze.

Al termine del laboratorio, l’incontro con l’autore permette ai ragazzi di soddisfare curiosità inerenti la storia e non solo e di iniziare un “percorso esplorativo” che possono anche continuare rimanendo in contatto con l’autore stesso.

TITOLI DISPONIBILI PER LA SCUOLA MEDIA INFERIORE

SBANCOMAT! - ED.SONDA 2010

La Storia

Che regalo possono fare dei ragazzini supertecnologici ai loro nonni che ormai si spostano soltanto da casa al circolo per giocare a carte? Niente di meglio di un viaggio intorno al mondo, ovviamente, “omaggiato”  da un bancomat svaligiato con una perizia da hacker. E i nonni: non vogliono forse farlo con i nipotini, quello splendido viaggio? Ovviamente, tanto più volentieri se il viaggio è “omaggiato” proprio da quella stessa banca, grazie a un prelievo non autorizzato eseguito a regola d’arte con tecnica e metodi tradizionali.
Una storia divertente e commovente in cui spicca l’intesa inossidabile tra nonni e nipoti, nell’assenza dei genitori.

sbancomat
facciadalapide

FACCIA DA LAPIDE! – ED.SONDA 2010

LA STORIA

Ettore Bagnasco è un pensionato tranquillo e abitudinario. Per tirare avanti cede la propria faccia all’Agenzia, che la stampa sulle lapidi di morti senza nome e, soprattutto, senza connotati. Un pensionato troppo sotto traccia per una banda che identifica in lui il gangster sparito con i diamanti di un colpo miliardario; un pensionato troppo anonimo per un’altra banda che sta cercando proprio Ettore Bagnasco. Ma sarà davvero lui, o non piuttosto un omonimo?
Sia come sia, è davvero un doppio sgarro per l’irresistibile protagonista di questo giallo dove dalle canne delle rivoltelle escono pallottole… comiche.

SERIALKILLERGAME - ED.SONDA 2010

La Storia

Cosa c’è in palio nella caccia al tesoro che coinvolge un’intera scuola? Indagando fra mestieri intrecciati con le storie vere di serial killer veri, lo scoprono tre ragazzi, il rumeno Adrian e le gemelle Cettina (italiana) e Sasha (etiope), nel dipanarsi di questo coinvolgente noir  dove le “imprese” dei serial killer raccontati dalle cronache dei giornali si mescolano con un percorso di formazione interculturale di accettazione e di condivisione, peraltro oggi così decisivo in tante classi della nostra scuola.

serialkillergame
vamos

VAMOS! - NUOVE EDIOZIONI ROMANE 2011

LA STORIA
 “Vamos!” urla qualcuno, fuggendo. Un grigio e insospettabile signore, di quelli che dicono buongiorno e buonasera nell’ascensore, è stato appena ucciso e l’unico testimone dell’aggressione è Cesare, un ragazzo di tredici anni, che non ha visto nulla, ma ha sentito, chiara e forte, la voce del killer. Da questa labile traccia, e servendosi di Cesare e dei suoi amici Giulio e Mandorla come improvvisati aiutanti, il massiccio commissario Mallamaci, famoso per rompere i tavoli sferrando pugni micidiali, porta avanti la sua inchiesta. Un’inchiesta contorta come un pitone nella giungla dove tra scambi di persona, inseguimenti, segreti….
TITOLI DISPONIBILI PER LA SCUOLA MEDIA SUPERIORE

IL CORRETTORE DI DESTINI! - ED. SALANI 2005

La Storia

Un serial killer si aggira tra i padiglioni della Fiera del libro per ragazzi di Bologna e nei pochi giorni della manifestazione mette in atto azioni delittuose contro editori e agenti letterari.
Alle indagini della Polizia si affiancano quelle di un poliziotto torinese, giunto nella città emiliana per accompagnare un giovane amico attratto dalla Fiera.Qual è il filo rosso che unisce gli omicidi? Cosa nasconde il misterioso scrittore esordiente, convinto che il suo primo libro sia portatore di un messaggio fondamentale per i ragazzi? Un thriller letterario tutto italiano, un noir per lettori curiosi del mondo dell’editoria e dei suoi segreti ma non solo…

correttore
bonificatore

IL BONIFICATORE DI CUORI! - ED. SALANI 2008

LA STORIA
 Un noir  che si dipana ai piedi dell’Etna, con il  serial killer protagonista di “Il correttore di destini” nuovamente all’opera: si aggira per  Catania e dintorni, tra luoghi storici (la piazza dell’Elefante, la Cattedrale, la fontana dell’Amenano) e zone caratteristiche e pittoresche come la Pescheria o la via dei venditori di bare.
In un calibrato susseguirsi di colpi di scena “emergono” luci e ombre del mondo delle Associazioni di volontariato, dov’è attivamente impegnato Giani, il giovane protagonista e dove l’apprezzato factotum è proprio l’imprevedibile killer…

MODALITÀ OPERATIVE

Trasformare musicalmente alcune parti del libro adoperando le caleidoscopiche risorse della musica; arricchire il linguaggio verbale di sonorità e di ritmi; conoscere e strumentare alcuni brani musicali di autori e generi musicali differenti; individuare e riconoscere gli strumenti musicali impiegati, stimolando così  una lettura creativamente divertente.
Perché l’esperienza dell’incontro-laboratorio musicale sia davvero fertile e rimanga nei coprotagonisti, è indispensabile che i ragazzi abbiano letto il libro e che ciascuno abbia possibilmente la propria copia: per entrare  in sintonia con la storia e farsi anzi vaso comunicante e sorgente-ricevente in un tutto armonico con la narrazione “l’unica possibilità è difatti la lettura individuale nell’ambiente e nelle condizioni più consone interagendo anche con le pagine, sottolineando o in altro modo” (Daniel Pennac).
L’autore dedicherà a ciascuno la sua copia.

Ad ogni laboratorio possono partecipare due classi.
L’autore è presente e, al termine del laboratorio, incontra i ragazzi rispondendo alle loro domande.
Il laboratorio-incontro si attua in h.1,30 circa.
In una giornata si possono organizzare 2/3 laboratori.
A discrezione si può prevedere un incontro con gli adulti, per coinvolgere anche le famiglie nella promozione della lettura

Lo strumentario didattico Orff è messo a disposizione dei bambini per il laboratorio.
Si richiede un lettore CD ed eventuale microfono.